Pizza Lasagna FULL RECIPE: http://bzfd.it/2jDJiIj

Titolo: L’ oro è oro, la merda è merda, ecco perché gli italiani hanno lo scroto rotante.

A qualcuno certamente potrebbe piacere, di persone senza il senso del gusto sicuramente ne esistono a questo mondo, ciò che turba il popolo italiano non è chissà quale schifezza mangia la gente, che sia in casa propria o dall’altra parte del mondo, ma il nome che le viene dato, chiamare “oro” la merda, per noi è una GRANDE offesa, una GRANDE mancanza di rispetto, una mancanza di rispetto a secoli di tradizione, la cucina italiana non è nata ieri come ad esempio quella americana, qui si tratta veramente di secoli di tradizioni, ricette e prodotti che hanno più di 1000 anni di storia, si tratta di segreti tramandati a voce di generazione in generazione, che sia la pizza, o la lasagna, il ragù alla bolognese, il pesto alla genovese, il grana padano, l’aceto balsamico di Modena, l’olio extravergine d’oliva, o qualsiasi altra eccellenza ITALIANA, e sottolineo ITALIANA. Siamo un popolo legato alla terra, alle tradizioni, fiero della cura e della passione che mettiamo nella realizzazione dei nostri prodotti, orgogliosi al punto di andare a testa alta contro le nuove normative UE che ci vorrebbero imporre una linea produttiva più economica come ad esempio produrre il sopra citato GRANA PADANO con il latte in polvere in modo da poterlo esportare e vendere più facilmente (questo non lo sapevate eh?!) in Europa (indignati) e agli americani che tanto di cibo gia non ci capiscono un cazzo. Ad ogni modo non si tratta solo di questo, ognuno di noi ha nel cuore il ricordo della domenica mattina a casa della nonna a preparare gli gnocchi fatti a mano, la pasta all’ uovo messa ad asciugare sui manici di legno delle scope, il profumo della salsa al pomodoro che cuoceva PER ORE con quel coperchio mezzo chiuso. Ogni volta la nostra cucina ci riporta alla mente qualche ricordo della nostra vita. E poi c’è gente, come me, che ha scelto una strada particolare, tutta in salita, che ha scelto di fare enormi sacrifici, sia a livello di vita sociale, affettivo ed economico, perché si il lavoro del cuoco (io sono un pasticcere da ristorante) non è più come quello di una volta, non lavoriamo 6, 7 o 8 ore al giorno, ho lavorato in posti dove la media era dalle 10 alle 14 ore al giorno, dove gli straordinari erano gratis, ripagati in “soddisfazione personale” nelle parole di apprezzamento di qualche cliente, dove gli stipendi arrivavano con qualche giorno di ritardo, giusto 30 o 40, a volte anche di più, lavorando anche nei giorni sacri per ogni altra persona: a Natale, capodanno, a pasqua, al proprio compleanno o a quello della propria fidanzata o, non nel mio caso, dei propri figli. Noi che abbiamo scelto questa dura strada lo abbiamo fatto per la passione verso la cucina e per il suo significato, per ogni cosa precedentemente elencata. Detto questo concludo il mio discorso, forse un po’ troppo lungo, sperando di essere riuscito a far capire perché noi italiani ci offendiamo tanto nel vedere certe cose, per voi potranno anche essere motivazioni futili, ma per noi sono motivo di orgoglio, quindi, evitate di scrivere “pizza”, “lasagna”, “tiramisù” ovunque pur di prendere i like di persone che potrebbero darsi al suicidio collettivo dando gioia a molte, molte, molte altre persone, limitatevi a chiamare le cose col proprio nome, l’oro è oro, la merda è merda, cortesemente portate rispetto, grazie.

Andrea “Cino” C.
Restaurant Pastry Chef